LE NOSTRE ANIME DI NOTTE

di Kent Haruf (traduzione di Fabio Cremonesi), NNE

Attraversare la notte insieme, questa è la proposta che Addie fa a Louis all’inizio del libro.
Attraversare la notte, come fosse una terra di nessuno, senza segnaletica o indicazioni, punti di riferimento o lampioni ad illuminare la via.
Ed è su queste premesse che si fonda una comunione di spiriti: di fatto, l’unione di due solitudini che vede i confini netti dello spazio personale non compenetrato trasformarsi gradualmente in una routine salvifica fatta di parole, di vicinanza, di riposo condiviso.

«Non puoi avere un po’ di fiducia?»
«In te sì. Posso avere fiducia in te. Ma non sono sicuro di riuscire ad essere come te»
«A cosa ti riferisci?»
«Al coraggio. All’essere disposti a rischiare».

Il senso d’urgenza dato dall’età che avanza, il bisogno di non sentirsi soli contro i pregiudizi e le convenzioni di una società che contesta chi è diverso trasformano due anziani estranei di Holt, cittadina del Colorado, in qualcosa che va ben oltre la somma di due individui: una coppia di respiri nel sonno, persi nel nero della notte – non più soltanto un luogo di solitario smarrimento, ma di ritorno, ritrovo e dialogo. Una famiglia.

Un sonno che rievoca quell’ύπνος che è fratello di θάνατος, gemelli alati che svolgono la funzione di spiriti psicagoghi, angeli che accompagnano le anime al loro destino ultimo.
Ed è a tutti gli effetti un accompagnarsi vicendevole, giorno dopo giorno, notte dopo notte. Due vite che si incontrano, momenti coincidenti frammentati in una serie di flash narrativi: lampadine temporizzate che si accendono per un istante ad illuminare un brandello di effimera quotidianità, perpetuandola.

La scrittura è semplice, scarna, netta e, al contempo, delicata, poetica. Ha la gran capacità di aleggiare sulle cose, pur attraversandole. Emerge la schiettezza di Haruf riguardo limiti, debolezze e moti dell’animo umano, ma anche la sua compassione nei confronti di tutti i personaggi che ci mostra.

[Serena, @culturalpills]

INSTAGRAM: https://www.instagram.com/p/CAvZ8-sqBC_/

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.