OLVE KITTERIDGE

di Elizabeth Strout (traduzione di Silvia Castoldi), Fazi, Premio Pulitzer 2009

Ho terminato questo libro ormai qualche giorno fa. Ne ho parlato subito dopo nelle storie e chi le ha viste sa che non l’ho amato molto. Ora, con più calma e avendo lasciato sedimentare qualche sensazione, scrivo qualche riga qui, sperando di essere obiettiva.

Si tratta di una raccolta di episodi di vita, attraverso cui indaghiamo l’esistenza di Olive e della sua famiglia, i suoi sentimenti, le sue emozioni, le opinioni incomprensibili e le azioni stravaganti. Talvolta Olive è la protagonista del racconto, ma spesso l’autrice la mette sullo sfondo o la cita soltanto, evidenziando come la vita degli altri influisca costantemente e incessantemente sulla nostra.

E quindi ecco qui, la foto che spiega il libro me l’ero immaginata così, con semplici oggetti di vita quotidiana, che però a volte possono far male: la marmellata e uno straccio da cucina che ricordano la casa, la famiglia, e quanto questa possa disgregarsi e lasciare un vuoto immenso; uno specchio per indagarsi dentro e forse anche mettersi un po’ a nudo di fronte agli altri; un coltello, per tutti un arnese da cucina, ma molto tagliente e pericoloso come le parole rivolte agli altri, ai propri cari; una scatola di medicinali, a ricordare la farmacia dei coniugi Kitteridge, ma anche lo spostamento mentale dei personaggi del libro.

La Strout mette nero su bianco la tragedia della vita quotidiana, di una semplice esistenza, indagando fatti, coscienze e menti. A mio avviso un’esperimento riuscito, tuttavia ho trovato a tratti inverosimile il modo di pensare e di agire dei personaggi e per questo non sono riuscita a immedesimarmi e a empatizzare con nessuno. A dirla tutta, ho detestato tutti nel libro.

E quindi ecco le mie indicazioni: lo consiglio a persone forti e stabili emotivamente. Controindicato a studenti in ansia da esame o che stanno attraversando un periodo un po’ giù: qui, non troverete pensieri particolarmente positivi.

Ho sentito, però, molti pareri positivi su Olive Kitteridge. Potete spiegarmi cosa ci avete trovato voi?

[Sara, @culturalpills]

INSTAGRAM: https://www.instagram.com/p/B7YVGq7oGOz/

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.